EQUIVALENTE.IT è anche su Facebook,
clicca Mi piace qua sotto!

Benvenuti su Equivalente.it, il portale sui farmaci generici dedicato
alle famiglie e a chi è attento ai temi di salute e risparmio.

Qui potete trovare tutte le informazioni sui farmaci equivalenti,
medicinali generici, patologie, automedicazione e news sulla salute.

Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

SISTEMA NERVOSO

NOME PRINCIPIO ATTIVO: VENLAFAXINA

Farmaco essenziale di classe A, erogato gratuitamente al cittadino
Ricetta medica obbligatoria
Capsule a rilascio prolungato da 37,5 – 75 - 150 mg

A che cosa serve

Trattamento di depressione maggiore e disturbo d’ansia generalizzato.

Quanto ne serve

Contro la depressione si parte da un dosaggio di 75 mg al giorno, da suddividere in 2 somministrazioni. Se necessario la quantità quotidiana di farmaco può essere aumentata fino a 150 mg dopo 3-4 settimane di trattamento.
Nel caso dell’ansia, il dosaggio medio utile è di 75 mg al giorno, in un’unica somministrazione. In caso di mancato sollievo dopo 8 settimane, il trattamento va interrotto.

Come e quando si prende

Le compresse vanno assunte con un po’ d’acqua, prima di andare a letto o comunque in momenti in cui non è indispensabile essere particolarmente vigili e concentrati (quindi, mai prima di mettersi al volante, praticare attività fisica o maneggiare strumenti pericolosi).

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

La sonnolenza diurna e il calo della capacità di concentrazione sono manifestazioni collaterali tipiche del trattamento con venlafaxina.

Altri effetti collaterali comprendono disturbi gastrointestinali (nausea, vomito, diarrea oppure stitichezza), secchezza della bocca, vertigini, mal di testa, insonnia, nervosismo, riduzione dell’appetito e variazioni del peso corporeo, aumento della sudorazione, alterazioni del ritmo cardiaco, ipertensione, ipercolesterolemia, difficoltà respiratorie.

Il trattamento con venlafaxina è controindicato i presenza di condizioni associate a un elevato rischio di alterazioni del ritmo cardiaco (aritmie), ipertensione non controllata dalle terapie e in gravidanza.

Per evitare fastidi, il trattamento va sempre interrotto in modo graduale, scalando il dosaggio secondo le indicazioni del medico.

A cura di ELSEVIER. Scheda aggiornata al 05.05.2010

Cerca il principio attivo

Iscriviti alla newsletter

iscrivimi
toglimi
Registrandoti alla nostra newsletter riceverai periodicamente notizie sui farmaci equivalenti e sulla salute in genere.

Contenuti a cura di:

lo staff medico di equivalente.it

Elsevier

Contenuti generali a cura di Assogenerici. Per i dettagli, consultare le singole sezioni.

I contenuti di questo sito non sostituiscono in alcun caso il parere del medico e non costituiscono in alcun modo una visita medica a distanza.
Queste informazioni non sono da considerarsi come consulto, visita o diagnosi formulata dal medico.